Origines Restaurant

Prenota
Origines Restaurant

ORIGINI,

IL PRIMO TABELLA DI JULIEN BOSCUS APRIRÀ AL RITORNO

Dopo una carriera di successo in ristoranti gourmet e chef del ristorante Les Climats * dove ha ottenuto una stella Michelin, lo chef Julien Boscus decolla aprendo il suo primo tavolo da gourmet alla sua immagine: un luogo caldo e accogliente, dove la cucina assume una nuova dimensione, combinando prodotti belli e alta tecnica, in uno spirito rilassato. Primi piatti a settembre in un paradiso a pochi passi dal triangolo d'oro parigino.

Discreto e laborioso, Julien Boscus offre una cucina generosa e ordinata, piena di buon senso, rispettosa delle stagioni e dei prodotti. Per questo figlio di Aveyron, ristoratore e macellaio, ora è il momento di scrivere una nuova pagina: la sua. Coloro che hanno lavorato nell'alta cucina con Yannick Alléno a Meurice o Pierre Gagnaire a Parigi e Seoul, ora compongono il proprio punteggio.

Per lui, niente piatti d'autore ma piatti stagionali, rispettosi degli uomini che si sforzano di produrre il meglio, che lo chef ama magnificare. Prodotti originati dal vivo, o con pochissimi intermediari: Origini - come ovvio.

Nel suo ristorante progettato dall'architetto Caroline Tissier, uno spirito raffinato e caloroso tende ad accogliere gli ospiti. Niente tovaglie, ma comodi divanetti, un laboratorio di cucina vetrata, un servizio benevolo e rigoroso, piatti puliti che non negano i fondamenti della cucina francese: è nato il nuovo ristorante gourmet, elegante e casual.

Julien si circonda in questa avventura di Thibault Souchon, co-fondatore e partner, incontrata a Seoul, che comporrà anche la lista dei vini con le sue 150 referenze. Insieme, saranno desiderosi di lavorare con un team giovane, dinamico e ambizioso per dare una nuova visione dell'alta gastronomia.

Informazioni pratiche


Cucina

Moderna cucina francese


Tipologia


Ristorante gourmet



Metodo di pagamento

Bancomat, Visa, Contanti


Orari


Lunedi - Venerdi
12:15 - 14:00 / 19:30 - 22:00
Sabato - Domenica
Chiuso